Poesie d'amore

Illusione

Come un irrisolto
l’enigma mistero
spazia confini
nell’interstizio dei due cuori,
verticali assonanze
intersecati nei respiri flebili
dischiusi come ombrelli
a riparare dall’illusione cieca,
mentre suona mélo
il celtico cantico antico dell’universo astratto velleitario
nel fato di quegli occhi,
strade intrecciate
nello sguardo magnetico
dalle radici recise dal fuoco
della verace verità
che parla la lingua
della vita reale viscerale
a separare mani protese
l’uno per l’altra,
proteste al disincanto amore.
Come fumo liberatorio
che si libra in aria
quell’incenso del candelabro a quattro posti a evocare
aria e acqua, terra e fuoco,
così i loro olezzi dell’essere
si palesano ai loro petti
riscoprendo diversi
i loro pulsanti spiriti,
spiagge nel deserto del cuore
inviolate e inesplorate
ove ideare zattere dell’addio
che accarezza e materializza
la fine dell’illusione effimera
che plana verso il fango
della sua fasulla magia
nel palustre dell’inganno.
Esaltando le proprie ragioni
che slegano il nastro
del legame indissolubile
in due parti uguali…
Lui l’essenza della chimera
nell’etere fanatismo nel viaggio spazio temporale.
Lei l’equilibrio della ragione illuminata dalla fede
che vivifica la vita
nel tangibile reale
coi piedi in marcia sulla terra.
Ellittiche visioni personali
occludono il fluido sentire
dal manoscritto di quel amore
che destatosi dalla sua fulgore eccitazione,
ne firma il capolinea dell’illusione!

© Laura Lapietra

Totale visite 479 , Oggi 6