Un destino per noi due

Lo sai a volte penso che la nostra vita, le nostre scelte, e la direzione che prende il nostro percorso,
non siano del tutto opera del nostro libero arbitrio.
Da piccolo sono sempre stato affascinato dalla matematica e dai numeri e ho sempre cercato di dare una spiegazione a tutto quello che mi succedeva,
adesso penserai “Questo non sta bene”, ma tempo fa provavo ad elencare tutte le variabili che secondo me avevano contribuito a questa complessa equazione che ci aveva portato a stare insieme adesso.
La risposta che mi sono dato),è che ce ne sono miliardi.
Sarebbe impossibile definire i milioni di episodi concatenati che hanno determinato insieme anche se in parte minimesimale, l’attuale risultato di quello che siamo.
Ogni piccola esperienza, ogni decisione, ogni persona, luogo anche la tempistica con cui sono accadute le cose ha contribuito al tutto.
Per questo motivo mi è così difficile pensare che sia tutto determinato dal caos, citando Occam « A parità di fattori la spiegazione più semplice è da preferire »
La spiegazione più semplice che mi sono dato è che esiste il “destino”.
Tutto le scelte che abbiamo fatto giuste o sbagliate hanno contribuito in modo determinante a quello che siamo oggi.
Se tu non avessi fatto le tue scelte prima di me e io le mie prima di te, forse non ci saremmo avvicinati nemmeno, perchè non avremmo “capito” senza la loro esperienza pregressa di quello di cui avevamo bisogno.
Ti sei mai chiesta quante possibilità avevamo di innamorarci? Due persone senza niente in comune, luogo di nascita, amicizie, famiglie, niente!!
Invece il “corso degli eventi”, mi ha portato nella tua città, tu sei venuta a lavorare nel negozio dove mi hanno trasferito, ma la stessa apertura di un nuovo punto vendita e poi scegliere proprio te alle selezioni quante possibilità aveva?
Il tempo poi, è stato importantissimo!!
Pensa se ci fossimo conosciuti solo un anno prima. I nostri percorsi pensi si sarebbero uniti?
Non lo so ma non credo, forse tu non saresti stata pronta, e nemmeno io.
Pensa a tutte le scelte che hai fatto, anche una sola differente ti avrebbe portato in una realtà diversa,
Noi due insieme siamo il risultato di migliaia di decisioni, del tempo in cui sono state prese e di dove sono
accadute.
Riassumendo, penso che se dobbiamo analizzare il tutto in modo analitico, la conclusione più ovvia è che ci
sia qualcosa che è andato oltre ogni probabilità e ci ha unito.
Ti ricordi (∂ + m) ψ = 0 ? (il tatuaggio che volevo fare)
questa è l’equazione forse più famosa di un matematico: Dirac,
lui pensava che: “Se due sistemi interagiscono tra loro per un certo periodo di tempo e poi vengono separati, non possono più essere descritti come due sistemi distinti, ma in qualche modo, diventano un unico sistema. In altri termini, quello che accade a uno di loro continua ad influenzare l’altro, anche se distanti chilometri o anni luce”.
Con questo cosa voglio dire, io penso che in passato in un altro luogo o in un’altra vita, noi due ci siamo già amati, siamo già stati uniti, in questa vita all’inizio siamo stati divisi ma in qualche modo tra di noi c’è stato sempre questo legame, questa energia, che nonostante spazio e tempo ci ha influenzato fino a riunirci.
Chiamalo destino, chiamalo amore, ma quando ti strinsi la prima volta ho sentito dentro di me come se ti avessi ritrovato, e non importa come andrà, anche se le vicissitudini della vita ci allontaneranno dentro di me sò bene che ti cercherò sempre, perché il mio universo è completo solo con te accanto.

Inviata da Salvatore I.