Poesia di un sono d’amore

I tuoi occhi potevano farmi innamorare………
Penetranti e penetrati…
Le tue maniere dolci e gentili…
Brividi, desideri, sogni…
Poteva essere ma non è stato.
Scintille fermate…
Desideri trattenuti…
Proposte future……….
Pensieri profondi e mani avide…
Pelle morbida e calda…
Pelle sfiorata e bramata…
Fuoco, fiamme, incendio…
Poteva essere ma non è stato altro.

Impegni inderogabili…..
Impegni da non prendere..
Non con me…forse altre bugie…
Forse una moglie…
Forte davvero prigioniero del lavoro…
Della vita…non vissuta veramente…
Diari troppo pieni……
Vuoti riempiti…
Poteva essere ma non è stato…
Potevamo accontentarci del poco…
Potevo io accontentarmi delle briciole…
Veramente finora mi sono accontentata del nulla quasi….
Ora voglio tutto…
Voglio quello che poteva essere e non è stato.
Non ancora.
Ti avrei portato con me
Nei miei viaggi
Nei miei sogni
Nella mia vita
O forse mi avresti potuto portare tu, per mano…
Anche solo a fare la spesa o guardare un tramonto…
Ma poche ore non servono…non possono bastare
Poche ore oscurano l’anima e i sogni…
E quello che può bastare a te, a me uccide.
Liberi come gabbiani ma prigionieri del tempo…
Più libero con me che senza…..
Poteva essere tutto e non è stato nulla…
Solo perché ci si accontenta…
Poteva ma non è stato…
Io volevo perdermi ancora nei tuoi occhi
Senza nascondermi
Senza scappare
Senza perché
Senza divieti
Poteva essere e sarà
…forse non con te…..
Forse no……forse…

Inviata da Valentina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *