Aspettando te

Sono qui seduta su una panchina e ascolto il suono della pioggia. C’è molto buio e non si vede nulla. Sento dei passi mi illudo che sia tu, invece è solo un’altra persona che vaga nel silenzio. Dovrò aspettare l’alba ed il tramonto e ancora il calare della notte per poterti rivedere. E in quel momento non importa se ci sarà la nebbia o la pioggia scenderà così forte da non permetterci di poterci sentire, perchè, quando sono con te e mi abbracci, sorge sempre il sole attorno a noi…