Ti ho scritto una lettera per chiederti scusa

Oggi ho pensato alla nostra vita insieme, oggi ho ricordato tutti i miei sbagli, tutte le volte che ti ho fatto soffrire, amare si dice che vuol dire anche soffrire, ma io per amore…per amore tuo ho cambiato la mia vita e tu la mia.
Io che per tanti anni ho venduto il mio corpo, oggi mi ritrovo qui per chiederti scusa. Ti ho sempre amato da quando quella sera sono salita nella tua macchina e tu che mi hai pagato solo per parlare con me, io in quel momento era solo una sconosciuta con cui ti sei potuto confidare, con chi hai potuto dire tutto ciò che avevi in testa.
La separazione da tua moglie ti ha fatto molto penare, fuori pioveva e tu parlavi senza mai fermarti, ma ad un tratto un filmine ha illuminato il mio volto e tu mi ha detto, che non mi avevi fatto salire nella tua auto per fare qualcosa, ma che mi avresti pagato ugualmente le mie ore.
Da quella notte i nostri incontri sono avvenuti spesso, io quanto sapevo che dovevo vederti la sera, non prendevo appuntamento con i miei clienti, ma andavo dal parrucchiere, mi compravo un nuovo vestito, insomma mi facevo bella per te.
Dopo qualche mese mi dicesti che volevi iniziare con me una storia d’amore che mi avresti fatto vivere come una signora, ed che io avrei dovuto lasciare il mio lavoro, io non ti detti subito una risposta poiché mi sembrava strano che volevi come compagna una puttana, avevo paura che un giorno mi potevi rinfacciare la mia vita passata.
Oggi sono passati 10 anni da quando ti ho detto, ok iniziamo la nostra avventura d’amore insieme, tu la mattina ogni giorno vai a lavorare, io mi dedico alla casa, alla spesa per poi aspettarti la sera, per cenare insieme e accoccolati sul divano vediamo la tv.
Ma devo chiederti scusa quando, in quel periodo economico difficile non avevi soldi per pagare il mutuo, le bollette e portarmi al cinema, io ti dissi che avevo dei soldi conservati per i momenti con problemi, quindi usammo quelli e superammo quel mese difficile.
Ma non è vero, io non avevo nulla conservato, solo che una donna come me stare tante ore in casa dopo aver fatto tutto quello che vi era da fare poi si annoiava, quindi ho ricominciato nel fare la mia vita, il mio lavoro da prostituta, già proprio cosi, dal martedì al venerdì rivedo i miei clienti che mi pagano profumatamente per poche ore di lavoro.
Non abbiamo più problemi economici, tu credi che io risparmi sulla spesa e che così facendo faccio quadrare i conti, ma mi spiace non è così. Per questo motivo ti ho scritto questa lettera per chiederti scusa, ….però credo che non avrò mai il coraggio di dartela, ormai abbiamo trovato il nostro equilibrio, siamo felici, andiamo in vacanza, abbiamo una casa con tutte le comodità non ci priviamo di nulla, perché dirti che sono ritornata nel svolgere il mio lavoro?
Forse amore mio io credo che tu infondo sa che io ho ripreso le mie vecchie abitudini ma per la vita che conduciamo cosi agiata tu fai finta di non capire nulla, si credo proprio che è cosi!!!!!!!!
Però non comprendo, se hai capito tutto, la notte come fai nel distenderti nel letto accanto a me, ed a fare l’amore, sapendo che altri uomini nella mattina hanno fatto con me del sesso a pagamento.
Io posso essere una puttana ma tu sei proprio un grande stronzo.

Inviata da Lucia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *