Archivi tag: tristezza

Lettera di un amore impossibile

Credevo che,se ti avessi chiesto se ricambiavi l’amore che provo per te e tu mi avessi risposto di no,la mia vita sarebbe stata distrutta! Oltre a perdere le speranze di un futuro con te avrei perso anche l’amicizia che ci lega,un’amicizia per cui ho lottato molto……ma non ce la facevo più ad aspettare,tu sapevi da molto tempo i miei sentimenti per te e il tuo atteggiamento era contraddittorio….. avevo bisogno di chiarire i miei dubbi!
Così ti ho chiesto se ti piaccio e tu hai iniziato ad arrampicarti sugli specchi, confondendomi ancora le idee,e mi hai accompagnata a casa, più oppressa di prima.
Ormai però te lo avevo chiesto,dovevo assolutamente sapere la risposta!Così su msn te l’ho richiesto e anche se tu all’inizio non volevi rispondermi alla fine mi hai detto di no…….. io non ti piaccio!! Perchè ci hai messo così tanto a dirmelo?????? Sono 2 anni che ci spero…… perchè non me lo hai detto prima???? é vero che non mi hai mai illusa,ma potevi dirmelo comunque!!!! Continua a leggere Lettera di un amore impossibile

La mia vera storia di un amore trovato in facebook

Questa è la mia vera storia di un amore trovato su facebook, io non amo confidare le mie cose alle persone, per questo motivo ho deciso di scrivere in questo sito, dopo aver letto i vostri racconti. Voglio precisare che questo non è un racconto ma è una parte della mia vita,…la parte più bella della mia vita.
Ho conosciuto questo ragazzo tramite facebook, lui leggeva i miei post sui raduni di moto, mi aveva persuasa su quella pagina facebook ad intervenire, malgrado fossi l’unica ragazza con la moto. Cosi presi la mia due ruote e raggiunsi il gruppo, conobbi di persona il mio lui misterioso, e devo dire che subito vi fu un certo feeling, parlammo per tante ore, della nostra passione per le due ruote, non ci accorgeremo che si fece notte, ci salutammo con la promessa di rivederci.
Continua a leggere La mia vera storia di un amore trovato in facebook

Lacrime perse

Questa triste lettera che ti scrivo da questo piccolo e lontano paese amata mia, porta una immensa lacrima accumulata in una enorme pena.
Gia che non ritornerai e non potrai rispondere alle mie frasi, limitati al pianto di ogni pioggia ed avvisami per mezzo del vento che ancora continui ad addolcire le mie spine.
Come nessuno capisce il mio dolore e a nessuno interessa il mio sdegno,ti chiedo di non dire fra i tuoi angeli curiosi la verità della mia anima.
Nella lunga agonia desolata sento che la tua pelle si consuma più in là della mia impotenza.
Qualcosa muore dentro di me vicino alla tua morte è sento una sensazione nella mia memoria che si ribella contro l’origine della fede.
Questa e la vita, amata mia donna illimitata nell’amore in questo amore disperato e dolce che accoglie con pregiudizio e coscienza e che a conosciuto la catena del mio amore, che si e invecchiato così presto, così come invecchiano le sere e i silenzi, non penso a piangere, perché fuggisti da me senza saluto, la tua vita e rimasta come una sigaretta che si consuma lentamente, e stata come un breve sospiro, un vento lieve, una minima alata, fu come un’ave fugace che per stare al passo è rimasto nel suo volo nel momento che dura una veduta, fu come un ciao languido, come una spiaggia desolata, come un gabbiano triste. Continua a leggere Lacrime perse