Mi sono innamorata di un ragazzo spagnolo

Mi sono innamorata di un ragazzo spagnolo che ho conosciuto a Napoli, vi sto parlando di quando avevo 25 anni e rimasi in stato interessante. Curiosi di com’è finita la mia storia d’amore? Allora continuo nello scrivere.
Per tanti mesi non lo vidi più, ma ciò non mi dette noia poiché tra di noi non vi era nulla. Un sera del mese di gennaio, ci siamo rivisti in un locale sempre a Napoli, parlammo l’intera serata, ma sempre con le dovute distanze.
Io ero avevo smesso di soffrire da poco per un finito amare, una storia breve ma un po’ tormentata e lui idem, però da quella sera qualche cosa trasformò, ed tutti i fine settimana desideravo di rivederlo, ….sempre come caro amico.
I weekend seguenti incominciai a osservare che ormai le nostre serate le passavamo sulla panchina dello spazio fumatori del locale a chiacchierare invece che andare a ballare con i compagni e fine settimana dopo fine settimana questo ragazzo per me stava diventando sempre più intrigante.
Una sera nel solito locale di Napoli, ma questa volta con una piccola diversità, in quanto il fotografo del locale ci fece un mucchio di fotografie e il giorno dopo furono pubblicate su facebook, quindi nasce spontaneo che il mio bel tenebroso mi chiese l’amicizia e iniziammo a sentirci tutti ogni giorno e nel vederci tutti i fine settimana.
Tutti i pomeriggi mi connettevo verso le 14,00 e mi collegavo su facebook aspettando che mi scarabocchiasse qualcosa e quando giungeva il messaggio mi sentivo felicissima.
Poi gli detti anche il mio numero di cellulare ma non ebbi neanche un SMS, fino a quando alle 22.30 di una sera quando ormai avevo perso tutte le speranze giunse il suo msg. La nostra storia procedé avanti tra chat, e messaggi tutta la settimana per poi chiudere con gli incontri il fine settimana.
Ma ecco che arrivò giugno il mio compleanno il mio ….non so come chiamarlo, mi programmò una serata in un bellissimo locale, dove passammo tutta la notte a ballare, ma ecco che scoccò la scintilla mi fermai a “dormire” a casa sua.
Ci incontrammo per altri 2 mesi, poi il 14 agosto del 2013 formalizzammo la nostra storia d’amore, e tre mesi dopo, una improvvisata notizia, ero rimasta incinta. Con la paura dovevo dirlo in famiglia, quando trovai il coraggio i miei cari non fu molto contenta, ma dopo 9 mesi nacque la nostra Vesna. Il parto fu difficile e travagliato terminato con un taglio cesareo d’urgenza, poiché io e la bambina stavamo per morire.
Oggi io e il mio compagno viviamo insieme con la mia famiglia va tutto per il meglio, hanno accettato il mio uomo, amano nostra figlia più di noi sono dei bravissimi nonni, io con Stefano, già avevo dimenticato di dirvi il nome, ci amiamo alla follia, stiamo pensando di sposarci, stiamo organizzando il matrimonio con l’appoggio delle nostre famiglie, anche perché stiamo aspettando un altro bel bambino, questa volta maschio, si abbiamo fatto l’ecografia, quindi dopo di lui ci fermiamo, poiché abbiamo avuto, anzi stiamo per avere la coppietta.
Volevo ringraziare questo sito che mi ha offerto la possibilità di farmi scrivere la mia bellissima storia d’amore e comunicarlo a tutti voi, oggi… come sempre è l’amore che vi dà la forza di lottare e di andare avanti, l’essere umano senza amore, secondo il mio modesto parere non è nulla.
L’amore non ha sesso, forse qualcuno di voi sta storcendo un poco il nasino, ma i vecchi tabù stanno sparendo, quindi ognuno è libero di amare chi vuole e quando vuole. Questo la mia mamma e il mio papà l’hanno capito per questo motivo mi hanno perdonato la mia gravidanza prematura.

Inviata da Linda