La mia vera storia di un amore trovato in facebook

La mia vera storia di un amore trovato in facebook

Questa è la mia vera storia di un amore trovato su facebook, io non amo confidare le mie cose alle persone, per questo motivo ho deciso di scrivere in questo sito, dopo aver letto i vostri racconti. Voglio precisare che questo non è un racconto ma è una parte della mia vita,…la parte più bella della mia vita.
Ho conosciuto questo ragazzo tramite facebook, lui leggeva i miei post sui raduni di moto, mi aveva persuasa su quella pagina facebook ad intervenire, malgrado fossi l’unica ragazza con la moto. Cosi presi la mia due ruote e raggiunsi il gruppo, conobbi di persona il mio lui misterioso, e devo dire che subito vi fu un certo feeling, parlammo per tante ore, della nostra passione per le due ruote, non ci accorgeremo che si fece notte, ci salutammo con la promessa di rivederci.

Da quell’istante incomincia nel pensare a lui, non era bellissimo, ma mi piaceva tanto per il suo modo di fare, era interessante, il suo sguardo mi affascinava. Finalmente arrivò il messaggino sul telefonino prendemmo appuntamento e logicamente ci vedemmo con le nostre moto. Ormai era prassi vederci tutti i fine settimana con il nostro gruppo, stava andando tutto bene, finché una sera un amico in comune chiese a Paolo se si sposava in moto. Io rimasi senza parole, si avete letto bene, Paolo era fidanzato e presto si sarebbe dovuto sposare.
Una tristezza infinita mi aggredì, le labbra si seccarono, non avevo più salivazione, rimasi immobile, i nostri appuntamenti fine settimana non ci sarebbero stati più, io mi ero illusa, tutte quelle emozioni sarebbero diventate solo un bel ricordo. Già, io mi ero innamorata di un uomo che amava un’altra donna, basta pensai… e di conseguenza decisi di allontanarmi.
Ma Paolo, il giorno dopo mi chiamò ed in comune accordo decidemmo di vederci, mi meritavo una spiegazione, parlammo per diverso tempo, anzi parlò lui tutta la durata del nostro incontro. Lui mi disse che si doveva sposare circa fra due mesi, dopo, dieci anni di fidanzamento passati con la sua ragazza, con questa donna lui non divideva nessuna passione, ma ci teneva moltissimo.
Così, dopo un bacio furtivo ci allontanammo. I cellulari non squillavano più, ai raduni non si udivano più i rombi delle nostre moto e la nostra felicità sotto il casco. I mese passavano, lui mi mancavano sempre più ma dovevo lasciarlo andare. Una volta ogni tanto capitava un messaggio, oppure una veloce telefonata, giusto per dirmi: “Ciao, come stai?”
Poi si sposò, ebbe un figlio, una famiglia felice, dicevano glia amici che si riunivano a casa di Paolo il sabato sera. Io nel mio cuore ero triste, ma ero felice che la persona che amavo in silenzio si sentiva realizzato, che aveva una moglie ed un figlio che amavano. Quante volte ero tentata di chiamarlo per diventare la sua amante, ma questo non era giusto. Io dovevo andare avanti con la mia vita…da sola.
Un triste giorno ebbi una telefonata da un amico in comune, mi disse che Paolo aveva avuto un incidente, stava in ospedale fra la vita e la morte, io ero sconvolta, il mio amore nascosto sta male, aveva bisogno dime. Non pensai a nulla prese la mia moto e corsi da lui, lui stava in un letto di ospedale dopo una lunga operazione durata tre ore, gli strinsi per un minuto la mano, gli detto un bacio sulla fronte ed andai fuori dalla stanza.
All’improvviso sentii gli urli strazianti della moglie, che sapeva che io ero una semplice amica del gruppo dei motociclisti, capi che il mio Paolo non vi era più….era è morto.
Questa è la mia storia d‘amore triste, amato il mio Paolo di nascosto, ho pianto, ho riso con lui e per lui.

Inviata da Lory

Comments are closed.